Consigli per la scelta di un condizionatore

A cura di Punto Service - Tel. 030 2511660 - Via E. Vanoni, 2 - Collebeato (Brescia)

Email: [email protected]

Consigli per il dimensionamento di un climatizzatore per uso domestico

Di solito si pensa che sia sufficiente conoscere la superfice di una stanza e la sua altezza per stabilire la capacità di raffreddamento (BTU) necessaria.

Consigli per l'acquisto di un condizionatore/climatizzatore

In realtà i parametri da considerare per un corretto dimensionamento del condizionatore sono una decina. Vediamoli:

1. superfice della stanza e altezza del soffitto;
2. numero delle pareti della stanza da climatizzare esposte verso esterno;
3. queste eventuali pareti sono isolate termicamente o meno;
4. insolazione della parete maggiormente esposta al sole (bassa, media, alta?);
5. numero di finestre o portefinestre esistenti nella stanza;
6. tipo di isolamento termico dei vetri;
7. Presenza o meno di tende parasole alle finestre o alle portefinestre;
8. Piano in cui si trova la stanza da climatizzare;
9. Presenza o meno di altre stanze climatizzate che confinano con il locale da climatizzare;
10. Numero delle persone che soggiornano abitualmente nella stanza da climatizzare.

Solo conoscendo tutti questi parametri è possibile stabilire con la massima precisione il dimensionamento corretto di un climatizzatore. In caso contrario rischiamo di avere un condizionatore sottodimensionato (che sarà sempre in funzione alla massima potenza) oppure sovradimensionato. In entrambi i casi avremo un consumo superiore di energia elettrica. Non solo, nel primo caso potrebbe anche esserci un insufficiente raffreddamento del locale.

In base ai suddetti parametri, a parità di superfice della stanza (supponiamo una camera da letto di 16 mq), potrebbe bastare un climatizzatore da 8.000 BTU/h o essere insufficiente uno da 16.000 BTU/h. Ecco perché è di fondamentale importanza non considerare solo la superfice del locale da climatizzare.

Quando chiediamo informazioni in un centro commerciale sul dimensionamento di un condizionatore spesso il commesso ci chiede semplicemente di quanti mq o mc è il locale da climatizzare. In pratica sui 10 parametri necessari ce ne chiede solo uno. Non deve pertanto sorprendere se talvolta sentiamo qualcuno lamentarsi perché il condizionatore acquistato non raffredda più del ventilatore che veniva usato in precedenza (e che era costato 20 volte di meno).

Altri consigli per la scelta del modello di climatizzatore

E’ sicuramente preferibile acquistare un modello di climatizzatore tipo “inverter” a pompa di calore. In questo modo potremo utilizzarlo anche in inverno per riscaldare l’ambiente ed avremo inoltre consumi ridotti rispetto ad un condizionatore dotato del sistema tradizionale on/off (acceso/spento). Ma qui è difficile sbagliare, ormai quasi tutti i modelli di climatizzatori in commercio sono dotati di inverter e pompa di calore.

La programmazione giornaliera o settimanale dell'accensione del condizionatore

Quasi tutti i climatizzatori hanno in dotazione un telecomando. Alcuni però consentono solo la programmazione giornaliera. Si può cioè programmare l’accensione e lo spegnimento del condizionatore solo nell’ambito di una giornata. Altri consentono la programmazione settimanale, ossia possiamo decidere per ogni giorno della settimana un diverso orario di accensione e spegnimento.

Questi ultimi sono utili per chi non rientra a casa ogni giorno in quanto è possibile decidere in quali giorni e a quale ora il condizionatore deve accendersi o spegnersi. Si arriverà così a casa trovando l'ambiente già climatizzato alla temperature desiderata.

Chiedici senza impegno un sopralluogo o un preventivo gratutito:

Chiama 3382722012 -  0302511660